L’invito

– Vieni con me a Tokio – disse in un sospiro tenendomi il volto tra le mani.Mi colse alla sprovvista, tanto ero ancora avvolta dalle piacevoli sensazioni lasciate dal suo abbraccio.Alzai lo sguardo verso i suoi occhi e li trovai pieni di allettanti promesse. Per un attimo la risposta fu “sì”, ma la magia dei nostri corpi a contatto non … Continua a leggere

Dalla Senna in poi 3

Sentivo la sua bocca sul collo, piano piano si era fatta strada tra le spire della mia sciarpa. Mi sfiorava delicatamente la pelle, poco piu’ di un sospiro, diffondendo sensazioni a lungo sopite e piacevoli brividi lungo tutto il mio corpo. Volevo che smettesse e contemporanemanete volevo che continuasse, nell’indecisione rimanevo immobile. Piano piano risali’ sfiorandomi fino al mento e … Continua a leggere

Dalla Senna in poi 2

E cosi’ dopo la lauta colazione iniziammo a passeggiare. Anche in pieno inverno Parigi era bellissima, faceva freddo, ma il bel sole e l’aria pulita rendevano la giornata molto piacevole. – Tu lo sai, vero, che qualunque cosa accada, per me dovra’ sempre restare confinata al momento stesso in cui e’ accaduta? – gli chiesi d’un fiato quasi come se … Continua a leggere

Dalla Senna in poi…

Si avvicinò e mi prese a braccetto, conducendomi con sicurezza alla scaletta che dal lungo Senna portava alla strada.La sua presa era salda e potevo sentire la solidità del suo braccio anche attraverso il pesante giubbotto. Era bello averlo accanto, era solido, reale, ed era lì, insieme a me e non a migliaia di chilometri di distanza. Tutto quello che … Continua a leggere

Rifletto lungo la Senna

Lo amavo? Non so, amare e’ una parola dai molti significati e dalle molte sfumature ma che in ogni caso presuppone la volontà e, soprattutto, la possibilità di provare a seguire un cammino insieme, anche solo per vedere dove porterà; di provare a costruire qualcosa insieme anche se il progetto all’inizio è meno che definito…Ecco, era chiaro, non potevo permettermi … Continua a leggere

Visioni – 2

La strada scorreve via veloce, l’aria fresca della sera entrava dal finestrino semiaperto e la musica della radio accompagnava i miei pensieri lontani. Il tragitto fu particolarmente breve. In meno di mezz’ora ero arrivata al luogo del nostro incontro. Parcheggiai e mi misi ad aspettare il suo arrivo. Non dovetti aspettare molto perchè dopo 5 minuti un colpo di clacson … Continua a leggere

Visioni -1

Era sera, ero a casa. Non dovevo uscire, Marco era impegnato con il basket e io non avevo fatto programmi. Stavo facendo zapping quando il telefono trillò, un messaggio: “Ci vediamo tra un’ora? D.” Non ci voleva, Diego si era fatto vivo ed era bastato un messaggio a scombussolarmi… Sapeva che ero impegnata, sapeva che non volevo permettermi certi comportamenti, … Continua a leggere

Lui

Quando si svegliò non la trovò accanto a sé e per un attimo pensò con un senso di gelo che se ne fosse andata, ma non appena sentì il rumore dell’acqua che scorreva si rilassò. Lei era sotto la doccia. Ci pensò su un momento e poi decise di raggiungerla. Quando la vide, lei era di spalle, la sua silouette … Continua a leggere

Lui

La sua inaspettata partecipazione lo rese ancora più audace e si ritrovò a spingerla verso il divano, sempre baciandola, sempre stringendola, come se temesse che allontanandosi avrebbe potuto rompere l’incanto. Lei era docile tra le sue braccia, come non lo era mai stata. – Ti desidero – sembrava dirgli e rispondeva ai suoi baci con il suo stesso trasporto. Quasi caddero sul … Continua a leggere